Torna Passepartout en hiver con Marco Magnone

Torna a partire da domenica 21 gennaio “Passepartout en hiver”, il ciclo di incontri che la Biblioteca Astense “Giorgio Faletti” e la CNA di Asti che si terranno la domenica pomeriggio alla Casa del Teatro di via Goltieri 3a.

Come nelle scorse edizioni, a ogni autore verrà affiancato un pittore della CNA Artisti che offrirà l’interpretazione grafica del tema proposto. Gli artisti, coordinati dalla pittrice Marisa Garramone, proporranno sul palco le proprie opere.

Protagonista del primo incontro sarà Marco Magnone: nato ad Asti nel 1981, da alcuni anni si dedica a tempo pieno alla narrativa per ragazzi. Insieme a Fabio Geda. E’ autore della saga Berlin, attualmente giunta al quinto volume: I fuochi di Tegel, L’alba di Alexanderplatz, La battaglia di Gropius, I lupi del Brandeburgo, Il richiamo dell’Havel. Inoltre insegna alla Scuola Holden di Torino e collabora con diverse realtà impegnate nella promozione della lettura tra i giovani lettori (scuole, biblioteche, associazioni, enti pubblici e privati).

L’incontro, sotto forma di intervista, sarà interamente condotto da Alessandra, Beatrice, Bianca e Michele, una delegazione di ragazzi rappresentanti il gruppo di lettura “Acchiappalibri”, nato nell’autunno del 2017 grazie alla Biblioteca Astense. I componenti, tutti giovani tra gli 11 e i 15 anni di Asti e provincia, si trovano un sabato al mese nell’auditorium della biblioteca per confrontarsi sui libri che hanno scelto di leggere insieme la volta precedente.

Nel corso degli incontri si scambiano opinioni, pareri, consigli di lettura. Il gruppo, coordinato dallo scrittore Marco Magnone e da Patrizia Picco della Biblioteca Astense, conta al momento oltre 40 giovani lettori e lettrici, che hanno aderito su base completamente volontaria. L’incontro sarà perciò anche l’occasione per il gruppo di lettura di presentarsi al pubblico.

Artista ospite un altro astigiano, Marzio Broda. I suoi quadri nascono di notte, a Pistoia, dove trascorre la settimana per lavoro. Dipinge dal 2015 ed uno dei suoi primi lavori “Mare”, vince nel 2016 il concorso “Sunday Painters” de “La Stampa”. Un nuovo riconoscimento arriva nel 2017 quando “Green Dream” viene selezionato dalla Saatchi Gallery di Londra per essere esposto nelle proprie gallerie “virtuali”. Nel 2017 anche le prime esposizioni dei suoi lavori: a Torino, presso il Museo de “La Stampa”, e ad Asti, nell’ambito del Festival Asti Teatro 39. A Passepartout en hiver prsenterà l’opera “Space for Panic”, composta da tre tele.

Questo il calendario dei prossimi incontri:

Domenica 28 gennaio
Associazione Scienza sotto i campanili: Ricerca di base, ma quanto ci costi? (artista: Roberto Fiorentini);

Domenica 4 febbraio
Alessandro Porro: La frontiera marina, le ambulanze del mare di SOS Mediterranée (artista: Viviana Gonella);

Domenica 11 febbraio
Monica Ugaglia e Alberto Banaudi: Incroci obbligati (artista: Barbara Fantaguzzi);

Domenica 18 febbraio
Oscar Bielli: Storia, che passione – Luoghi, uomini, fatti (artista: Maurizio Carrer);

Domenica 25 febbraio
Pierpaolo Berardi: Il linguaggio politico del ‘900 (artista: Mac);

Domenica 4 marzo
Gianni Cervetti e Mario Renosio: Compagno del secolo scorso (artista: Nicola Colucciello);

Domenica 11 marzo
Manuela Caracciolo, Alexander Macinante e Federico De Martino: Una serenata per New York (artista: Marisa Garramone).

Tutti gli incontri hanno inizio alle ore 17 e sono a ingresso libero. Passepartout en hiver è possibile anche grazie al sostegno di Reale Mutua e Team Service.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *