Lions di Canelli dona bandiera italiana di guerra al Museo Risorgimento di Asti

Bersaglieri a Canelli durante l'alluvione del 1994Il Lions Club Nizza-Canelli darà il suo benvenuto ai bersaglieri che, sabato 11 e domenica 12 giugno, confluiranno nella cittadina spumantiera per il loro raduno regionale a 180 anni dalla fondazione, sostenendo un concorso per gli alunni delle scuole cittadine dedicato alle missioni di pace sostenute dai bersaglieri – ‘i fanti piumati’ – in tutto il mondo.

Il raduno dei bersaglieri a Canelli non è casuale, infatti nel novembre del 1994, durante la disastrosa alluvione che colpì il Basso Piemonte, ben 450 uomini del secondo reggimento bersaglieri vennero in aiuto alla popolazione canellese.

Per l’occasione, oltre ai concerti di sabato sera 11 giugno ed alla suggestiva sfilata di domenica 12 giugno, si svolgeranno altri importanti eventi.

Sabato 11, a partire dalle ore 9, si terrà nel palazzo municipale (Sala delle stelle) di Canelli la premiazione del concorso scolastico ad opera del Presidente del Lions Club Nizza-Canelli Alessando Guasti.
Alle ore 11, seguirà la presentazione di un importante reperto storico testimonianza della “Spedizione Sarda in Oriente” (guerra di Crimea 1855/1956) a cura del socio Lions Oscar Bielli.

Nel pomeriggio, alle ore 16,30 circa, il socio Lions Adriano Laiolo narrerà le vicende che hanno portato, sino ai giorni nostri, la bandiera italiana di guerra che i Bersaglieri avevano portato a Massaua nel 1885. Il cimelio è stato restaurato dai Lions che lo doneranno al Museo del Risorgimento di Asti.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *