“La sagra degli in” a Cossano, sabato 19 e domenica 20 maggio

La 21^ Sagra degli in, organizzata dalla Proloco e dal Comune di Cossano Belbo, in due giornate dedicate alla valorizzazione dei prodotti tipici artigianali ed enogastronomici, si svolgerà, sabato 19 e domenica 20 maggio, per le vie del paese.

Due giornate all’insegna della gastronomia locale, degli ottimi vini delle Langhe, della cultura, dell’ospitalità, dell’ecologia.

Grazie all’impegno delle Borgate del Paese e delle aziende cossanesi si propongono prelibati piatti tipici e vini da degustare sapientemente.

Sabato 19 maggio. La giornata  si apre alle 18,30 con Incantesimi di Sapori, con l’ormai consolidato e atteso appuntamento (su prenotazione): la pizza secondo Gabriele Bonci, l’arte della pizza incontra la farina del Mulin e, a grande richiesta, dopo il successo dello scorso anno, Mister Alloro Sergio Barzetti, direttamente dalla Prova del Cuoco, sarà presente anche durante la serata del sabato con il suo risotto/enkirotto. Durante la stessa serata si potranno gustare i piatti della tradizione langarola, con musica popolare e un imperdibile spettacolo pirotecnico.

Domenica 20 maggio. La giornata, caratterizzata dal famoso pranzo itinerante nelle locande IN, dallo spettacolo di artisti di strada e dalla simpatica corsa dei patin, presenta anche uno spettacolo di falconeria.

Come lo scorso anno, Sergio Barzetti riproporrà il suo piatto forte, mentre Gabriele Bonci preparerà la spalla di maiale in crosta di pane. (entrambi su prenotazione).

L’ingresso alla manifestazione è libero e per questa occasione si dovranno spendere i  sagrin (1 sagrin corrisponde a euro 1) disponibili alle casse, per degustare specialità locali e ottimi vini.

Il nome di Sagra degli IN si deve a tutte quelle proposte enogastronomiche d’autore che hanno reso celebre il piccolo paesino di Langa: tajarin, ravioli al plin salamin, trifulin, farina del Mulin, Furmentin e Bon Vin.

La originale ‘desinenza’ dei suoi prodotti e del soprannome Cichinin dato al pittore locale Francesco Bo, ha ispirato il nome di una manifestazione che si consolida per qualità e livello di offerta.

Cossano Belbo, conosciuto anche grazie a  Cesare Pavese e a Beppe Fenoglio, sta affermandosi a livello turistico sia per l’incredibile bellezza del paesaggio, sia per la ricchezza enogastronomica.

Il programma della Sagra, anche quest’anno, visto l’enorme successo dell’edizione 2017, è stato ampliato, coinvolgendo anche un piccolo Comune terremotato del centro Italia: Visso, “la perla dei Monti Sibillini”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *