Riprende l’attività culturale dell’Erca

Riprende l’attività dell’Erca Accademia di cultura nicese con una serie di iniziative interessanti per la varietà delle proposte.

In memoria di Sandro Ivaldi socio fondatore dell’Erca, vi è stata l’intitolazione del ponte che unisce la città alla Guastiglia.

Il ricordo del personaggio è ancora vivo grazie anche al libro “Il ponte sulla Nizza” che raccoglie aneddoti di cui furono protagonisti personaggi caratteristici e singolari identificati con soprannomi legati al mestiere, alle abitudini ed al loro modo d’essere.

In trasferta a Vaglio Serra poi è stato riproposto con successo, interpretato da Chiara Buratti in un’ambientazione curata da Ars telier historical tales: “Un sottanino rosso”, il monologo che Eugenio Carena ha tratto da una ricerca storica di Giuseppe Baldino riguardante la vicenda di cui fu protagonista Eleonora Gualeghi Crova, baronessa di Vaglio e signora di Nizza, vittima di violenza verbale e fisica nel corso di una torbida vicenda di quattrocento anni or sono.

Ma la parte più interessante del comunicato, con il quale Pietro Masoero informa sulle attività dell’Accademia culturale che presiede, riguarda i programmi per il futuro ed in particolare la stagione musicale, realizzata in collaborazione con Concerti e colline e curata da Alessandra Taglieri.

E’ Roberto Genitoni; il primo appuntamento è in programma per venerdì 8 settembre alle 21 nell’Auditorium della santissima Trinità a Nizza con un omaggio ai grandi classici del Jazz. Sarà protagonista dell’evento la voce di Emilia Zamuner accompagnata al pianoforte da Paolo Zamuner.

Poi a cadenza settimanale, stesso luogo stessa ora: “Sfilata di danze” guidata da Michele Castaldo al pianoforte, “Ritratti d’autore” con al pianoforte a quattro mani Walter Mammarella e Fabrizio Prestipino; “Parlopiano”: recital di Andrea Celletti accompagnato da Giacomo dalla Libera al pianoforte; “Vibranti Armonie con Riccardo Zamuner al violino e Dario Cusano al pianoforte; “Classic and movie music” con Francesco Salvemini al flauto traverso e Silvana Libardo al pianoforte per terminare con un’altra serata dedicata al pianoforte a quattro mani: quelle di Sena Fini e Pietro Giorgini in “Un ottimo accordo”.

Naturalmente non mancheranno gli appuntamenti tradizionali che culmineranno con la festa del 22.mo Capitolo del sodalizio e la consegna della targa Erca d’argento; la rievocazione del Miracolo della lampada accesasi miracolosamente davanti alla statua di san Carlo durante l’assedio del 1613; la celebrazione della Messa in lingua nicese; la partecipazione a Libri in Nizza insieme ad altre interessanti iniziative in corso di preparazione.
(Domenico Bussi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *