Zonta International Club di Asti e la bagna cauda contro la violenza sulle donne

FOTO 2Sabato 7 novembre, al ristorante “La Grotta” di Asti, lo Zonta International Club di Asti ha organizzato la sua tradizionale bagna cauda, a scopo benefico, con l’intervento di autorità zontiane e cittadine.
Alla serata hanno partecipato circa cento persone, che, con la loro presenza, hanno contribuito all’importante “service” effettuato dal Club, che da venticinque anni opera sul territorio astigiano, lavorando per il miglioramento della condizione femminile ed in particolare per la lotta contro la violenza sulle donne.

Il progetto zontiano infatti è già iniziato nel 2014, e si propone di sostenere, e possibilmente di accompagnare fino alla maggiore età, una sfortunata minorenne, vittima di violenza, ed i suoi fratellini, che a lei fanno riferimento.
Il progetto prevede il sostegno, in gran parte a livello psicologico, della ragazza che non ha più i genitori e che deve quindi prepararsi ad affrontare un futuro certamente non facile.

E’ anche previsto, nel caso si dovesse rendere necessario, un supporto scolastico ed extrascolastico per lei e per i fratelli, in modo da permettere loro tutte quelle attività che gli adolescenti svolgono normalmente, come la partecipazione alle gite scolastiche, la pratica di uno sport ecc. 

La serata che si è svolta in un clima, di amicizia e cordialità, ha quindi offerto agli astigiani l’occasione di dimostrare, ancora una volta, la loro generosità ed il loro altruismo, permettendo al Club di realizzare un service in totale accordo con la “mission” zontiana.

Mercoledì 25 novembre, nella Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro de Donne, lo Zonta International Club di Asti organizza, nell’ambito delle iniziative della campagna “Zonta Says No – Giù le Mani dalle Donne“, la presentazione del libro “All’Ombra di Un Albero Nudo” della scrittrice di origini greche Anna Economu Gribaudo.  L’evento si svolgerà alle ore 18, nella prestigiosa sala di Palazzo Mazzetti ed è aperto a tutto il pubblico astigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *