Sequestrati nell’Astigiano quattro erogatori di carburante


distributori_1I Finanzieri della Compagnia di Asti, nell’ambito delle attività di contrasto alle frodi nel settore del commercio dei carburanti, hanno sottoposto a un controllo due impianti astigiani di distribuzione stradale.

Le attività ispettive, nello specifico settore, si svolgono attraverso il riscontro del carburante erogato con l’importo pagato dagli utenti e il controllo sul rispetto della disciplina dei prezzi.
Vengono prelevati anche dei campioni per verificare la qualità dei prodotti ed individuare possibili miscelazioni abusive con sostanze dannose per gli autoveicoli.

Nel corso del controllo, le Fiamme Gialle, con l’ausilio del responsabile dell’Ufficio metrico della locale Camera di Commercio, hanno riscontrato che il quantitavo di carburante effettivamente erogato dalle colonnine era inferiore a quanto indicato sul display.
La differenza quantitativa rilevata determinava la mancata attendibilità delle scritture contabili secondo quanto previsto dal Testo Unico sulle Accise.

Conseguentemente, i titolari dei distributori stradali sono stati deferiti alla locale Autorità Giudiziaria e segnalati ai competenti uffici amministrativi in relazione alla irregolare esposizione dei prezzi al pubblico prevista e sanzionata dal Codice del Consumo.

L’operazione di controllo congiunta ha altresì accertato la rimozione dei sigilli di stato, strumenti questi volti a garantire l’esatto funzionamento degli impianti.
La circostanza ha portato al sequestro di quattro erogatori di benzina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *