Il 18° Crearleggendo spiegato dal dirigente scolastico Stanga

A seguito del successo delle scorse edizioni, il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Canelli, nell’annunciare l’inizio della manifestazione “Crearleggendo”, ne spiega lo spirito e gli intenti:

«Frutto di un progetto didattico-formativo, l’evento è ormai giunto alla 18° edizione. Il suo successo si deve principalmente alla capacità dei docenti di coinvolgere i propri studenti alla realizzazione e dinamica partecipazione a tutti gli appuntamenti che caratterizzano l’intera settimana a cui è dedicata la manifestazione.

Non solo, ma questo incontro tra docenti e studenti diretto a realizzare un percorso di avvicinamento al testo, anche con la messa in scena di quanto appreso sul senso delle parole che ne compongono il contenuto, fa sì che gli stessi alunni acquisiscano quella capacità di analisi che consenta loro di confrontarsi con un pubblico critico ed attivo.

Le parole hanno il potere di stimolare la fantasia, la creazione ma allo stesso tempo di demolire. In una società in cui si sono persi tutti i principi fondanti, in cui tutto sembra lecito, in cui le parole viaggiano sempre più veloci senza capire il peso di ognuna di esse, la scelta di entrare in contatto con la collettività attraverso un evento come quello di “Crearleggendo” trova la sua ragion d’essere proprio nella necessità di aprire alla riflessione sulle tematiche universali adoperando la parola.

Educhiamo i nostri ragazzi ad usare le parole con la loro identità e con parsimonia, associando ad esse significati distinti, ed evitiamo quei linguaggi banalizzati, impoveriti ed omologati, inessenziali ed opachi che fanno discorso ma non “dicono”.

Facciamo in modo che le “parole per vivere insieme” siano buone e vere e corrispondano all’agire, senza restare scritte su un foglio e abbandonate.

In questa prospettiva la nostra scuola vuole rendere sue parole come: sicurezza costituzione ambiente prevenzione solidarietà empatia creatività inclusione sport.

Come ogni anno Crearleggendo è occasione di incontro con il territorio, le associazioni culturali e sportive canellesi.»

Progetto “Geolodia”

L’apertura della manifestazione sarà mercoledì 31 maggio, alle ore 10, con il gruppo musicale “I Soliti Noti” formato dagli insegnanti di musica della scuola secondaria di primo grado “Carlo Gancia” di Canelli che accompagneranno il coro ed un’esibizione di ballo popolare formato dalle classi 1°B e 1°C nell’esecuzione di alcune canzoni popolari rappresentanti le Regioni d’Italia.

Sono state scelte cinque regioni: il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, la Campania e la Sicilia.
Un cammino musicale e poetico attraverso le canzoni popolari viaggiando per l’Italia.
L’arrangiamento è a cura del prof. Cristiano Tibaldi.

Il gruppo strumentale sarà composto:

– Coro
– violino (Monica Prendin)
– due clarinetti (Cristiano Tibaldi E Giancarlo Opodone)
– fagotto (Mario Rubino)
– pianoforte (Anna Martinetto – Orietta Lanero – Corrado Barbero).

Referente e ideatore del progetto Monica Prendin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *