L’on. Fiorio illustra in Provincia la sua proposta di legge sul consumo di suolo

All’incontro “La cura del territorio” promosso dalla consigliera delegata Angela Quaglia (Lavori Pubblici e Viabilità), sabato 25 luglio, in Provincia, il deputato Massimo Fiorio ha illustrato la proposta di legge sul consumo di suolo di cui è relatore alla Camera insieme alla collega Chiara Braga.

“Al centro della legge – ha spiegato Fiorio – c’è la difesa molto ampia del suolo agricolo, la cui definizione va ben oltre a quella considerata dal punto di vista catastale. L’agricoltura, però, dovrà fare la propria parte: spesso i terreni sono messi in pericolo, oltre che dagli insediamenti abitativi o produttivi, anche da pratiche legate alla coltivazioni della terra, come i drenaggi fortemente invasivi che finiscono per creare problemi a valle”.

Ai sindaci intervenuti, Fiorio ha ricordato che “più in generale, per limitare il consumo di suolo, è previsto un forte incentivo al riuso e alla riqualificazione delle costruzioni esistenti. L’obiettivo è di veder approvata la legge alla Camera entro la fine di ottobre, in coincidenza con la chiusura dell’Expo. A questa legge quadro dovranno fare riferimento tutte le altre normative, a partire da quelle regionali. In questa fase, dopo aver incassato il pronunciamento favorevole della Conferenza Stato-Regioni, siamo impegnati ad approvare gli emendamenti e ad approfondire le osservazioni dell’Anci”.

La Provincia, da parte sua, punta a una maggiore cura del territorio attraverso la proposta di modifica del Regolamento di Polizia Rurale: ogni Comune ne ha uno, ma l’ente guarda all’adozione di un unico testo in modo da rendere più uniformi gli interventi.

Il nuovo regolamento, illustrato dalla consigliera Quaglia, prevede norme da applicare in molteplici ambiti per “conservare e ripristinare le condizioni di stabilità dei suoli agricoli, promuovendo corrette pratiche di conduzione dei fondi con il coinvolgimento degli operatori del settore e le organizzazioni di categoria”. Tra le voci incluse: costruzioni rurali, tutela delle strade e regime delle acque, aratura dei terreni adiacenti a strade e corsi d’acqua, obblighi dei frontisti di strade, vegetazione e difesa delle piante, uso dei presidi fitosanitari, conduzione e custodia degli animali al pascolo.

“Trasmetteremo nei prossimi giorni ai Comuni la proposta di modifica del regolamento, chiedendo loro di esprimersi entro la prima settimana di settembre” ha annunciato Angela Quaglia, affiancata dal consigliere delegato Francesco Marengo (Agricoltura).

I lavori in Provincia hanno inoltre registrato gli interventi di Mauro Forno, nuovo responsabile dell’ex Genio Civile di Alessandria e Asti, e Marco Devecchi, a nome del tavolo tecnico sulle frane che vede lavorare congiuntamente Provincia, Collegi e Ordini professionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *