Con il progetto SIGEVI nuove tecnologie di rilevazione in vigna per la programmazione degli interventi

Martedì 17 giugno 2014, alle ore 10, si svolgerà, nella Cantina sociale Barbera dei Sei Castelli di Agliano Terme, in Regione Salere 6, una giornata dimostrativa del progetto SIGEVI, con presentazione del progetto e visita in vigna, per la dimostrazione dell’uso delle tecnologie di rilevazione.

SIGEVI nasce dall’esigenza degli operatori nel settore vitivinicolo di sviluppare uno strumento in grado di interpretare l’andamento dell’annata in corso e dei processi produttivi in atto anche in confronto con gli andamenti pregressi, di razionalizzare le attività di campo e programmare gli interventi, utilizzando le tecnologie innovative oggi disponibili sul mercato. Il progetto si basa sull’impostazione di una serie di rilievi in continuo di parametri descrittori del clima e dello stato del vigneto (rilievi da sensori posti in vigneto e rilievi da operatore caricati via tablet) e sulla loro organizzazione su una piattaforma decisionale. L’elaborazione dei dati a mezzo della piattaforma consentirà di ottenere informazioni utili a orientare le scelte degli operatori della filiera vite-vino anche in funzione del risultato finale a cui si vuole arrivare (controllo dell’avanzamento delle fasi fenologhe, dell’andamento della maturazione, simulazione della qualità della vendemmia).

Il Progetto SIGEVI è cofinanziato dall’Unione Europea mediante il fondo europeo agricolo di sviluppo rurale: Misura 124: “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale”, Azione 1: “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agro-alimentare”.

Il progetto coinvolge Enti di natura diversa del mondo scientifico, tecnico e produttivo: DISAFA (Università degli studi di Torino), CSP – Innovazione nelle ICT, Terre da vino S.P.A, Cantina sociale del Barbera dei Sei Castelli, Cantina sociale del Nebbiolo di Vezza d’Alba, Cantina Tre Secoli.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *