CTM sulla ‘vergognosa’ trattenuta ai contadini dei Sorì del Moscato d’Asti

Vigneto di MoscatoGiovanni Bosco, presidente del Coordinamento Terre del Moscato, in merito alle trattenute ai contadini dei Sorì del Moscato d’Asti: «Prosegue la vergognosa richiesta degli “attori” della filiera del Moscato per effettuare una trattenuta di € 1309 ad ettaro ai Contadini del Moscato che vendono le uve atte a diventare Moscato d’Asti.

Questi tipi di produttori sono per lo più contadini che coltivano i vigneti nelle zone più ripide della zona, i così detti “Sorì del Moscato”.

Contadini ai quali alcuni anni fa gli “attori della filiera” hanno regalato circa mille euro ad ettaro per premiare i loro sacrifici. Ora gli stessi “attori” pretendono di tassarli di circa 1.309 euro ad ettaro.

Praticamente rivogliono indietro i soldi con gli interessi. Una presa per i fondelli che gli interessati non possono e non vogliono accettare. Coltivare un ettaro di vigneto nei “Sorì” ci vuole più tempo e più sacrifici che coltivarne tre nelle altre zone.

Venerdì sera 2 settembre, a Santo Stefano Belbo, questi contadini ribadiranno il loro disgusto per questa vergognosa trattenuta che, da informazioni, non sarebbe nemmeno legale e chiederannno al Consorzio di Tutela dell’Asti al quale è stato demandato il compito di incassare i soldi trattenuti i nomi dei mandanti. Buon Moscato d’Asti»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *