Ad Asti, un’auto tecnologica multerà i veicoli negli stalli dei bus

 

SONY DSC

Sarà dotata di telecamera e sistema computerizzato a bordo l’auto tecnologica che multerà i veicoli parcheggiati negli stalli dei bus.

Nonostante i 150 stalli fatti ritinteggiare dall’Asp lungo le linee urbane, sono ancora numerosi gli automobilisti che parcheggiano negli spazi riservati ai bus.

Ne hanno convenuto di recente, nell’incontro ospitato in Prefettura alla presenza del Viceprefetto Aggiunto Diego Dalla Verde, i rappresentanti dell’Azienda e del sindacato. Quest’ultimo, nonostante il rifacimento delle strisce gialle, ha segnalato una persistente e diffusa violazione del divieto di fermata e di sosta.

Alla riunione hanno partecipato per l’Azienda l’amministratore delegato Paolo Golzio e il responsabile delle Risorse Umane Davide Giacosa e per il sindacato Walter Artuffo (Filt Cgil), Giampiero Freilino e Gaetano Leopardo (RSA), Luciano Tolu e Ugo Buonadonna (rispettivamente Fit provinciale e regionale).

L’Asp nei giorni scorsi ha dato seguito all’impegno assunto in Prefettura. Dopo aver identificato il sistema migliore, ha avviato le pratiche per l’acquisto dell’apparato tecnologico da allestire a bordo dell’auto: telecamere e computer per videoriprendere i veicoli in infrazione e procedere a multarli dopo averli identificati. Una soluzione, concepita come deterrente per gli automobilisti indisciplinati, finalizzata a riportare ordine sulla strada, agevolare la guida degli autisti e tutelare la sicurezza dell’utenza alle fermate.

L’utilizzo dell’auto tecnologica andrà di pari passo con il controllo degli stalli svolto dal personale Asp e della Polizia Municipale: entro fine mese il Comune, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, indicherà la possibilità di assicurare una maggiore presenza degli agenti alle fermate.

Sarà questo uno degli argomenti che si tornerà a esaminare davanti al Viceprefetto Aggiunto Dalla Verde insieme alla presentazione, da parte dell’Asp, del budget 2017 per il personale. Si farà il punto anche sulla richiesta degli autisti al Comune di deviare il percorso del bus navetta, il sabato pomeriggio, al di fuori della zona a traffico limitato di corso Alfieri. Una proposta scaturita per questioni di sicurezza a causa della folta presenza di pedoni.

Nel recente incontro in Prefettura, infine, è stato fatto il punto sulle iniziative messe in campo dall’Asp negli ultimi mesi, e riconosciute dal sindacato, per superare le criticità legate alla sicurezza di autisti e passeggeri: oltre al tracciamento degli stalli è stato tra l’altro ricordato come tutti i mezzi delle linee urbane, frazionali e studentesche siano stati dotati dell’impianto di videosorveglianza e di monitoraggio satellitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *