Il Premio Asti d’Appello 2016 verso la cerimonia finale

alberto-gazaleDomenica 27 novembre, alle 16.30, al Teatro Alfieri avrà luogo la cerimonia finale di premiazione della ottava edizione del Premio Asti d’Appello 2016, sfida letteraria organizzata dalla omonima associazione, condotta dal giornalista e scrittore Massimo Cotto, nel corso della quale gli autori terranno un’arringa davanti al pubblico e alla Giuria Togata, composta da magistrati e avvocati.

elena-lo-forteNe fanno parte Mario Barbuto, già presidente della Corte d’Appello di Torino; Francesco Donato, giudice del Tribunale di Asti; Carlo Federico Grosso e Cristiana Maccagno Benessia, Avvocati del Foro di Torino; Carlo Nordio, Procuratore aggiunto di Venezia; Paolo Rampini, Presidente sezione civile Tribunale di Asti; Luciano Violante, Magistrato e già presidente della Camera dei Deputati; Giorgio Vitari, Avvocato Generale dello Stato di Torino.

La cerimonia sarà preceduta, alle 15, in Sala Pastrone da un incontro con gli otto scrittori in gara, aperto al pubblico: dal Premio Scerbanenco Marcello Fois con Luce perfetta (Einaudi), dal Premio Bergamo Tommaso Pincio con Panorama (NNE), dal Premio Berto Mimmo Rando con Omero al Faro (Rubettino), dal Premio Strega Eraldo Affinati con L’uomo del futuro (Mondadori), dal Premio Rapallo Cristina Battocletti con La mantella del diavolo (Bompiani), dal Premio Cortina Diego De Silva con Terapia di coppia per amanti (Einaudi) e Luciano Canfora con Tucidide: la menzogna, la colpa, l’esilio (Laterza), dal Premio Campiello Andrea Tarabbia con Il giardino delle mosche (Ponte alle Grazie).

Domenica scorsa si è tenuta alla Biblioteca Astense Giorgio Faletti la votazione della Giuria Popolare. Nella stessa settimana hanno votato anche il gruppo di lettura della Casa Circondariale di Asti e le scuole: 151 studenti di sette istituti superiori (Liceo Classico Alfieri, Giobert, Liceo Artistico Benedetto Alfieri, Liceo Scientifico Vercelli, Istituto Monti, Istituto Pellati di Nizza Monferrato e Ipsia Andriano di Castelnuovo Don Bosco) costituiscono la Giuria Giovani del Premio, la cui votazione segreta è avvenuta nelle sedi delle varie scuole.

Dalla somma dei voti della Giuria Popolare e di quella Togata, ‘ponderati’ secondo il rapporto matematico tra numero di giuristi e numero dei giurati popolari e giovani, emergerà il vincitore, al quale andranno diecimila euro.

Il Premio Asti d’Appello si avvale della preziosa collaborazione di Alberto Sinigaglia, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte. L’ingresso alla cerimonia è gratuito previo ritiro dell’invito alla biglietteria del Teatro Alfieri. I membri dell’Associazione hanno diritto di prelazione nella scelta dei posti: quelli eventualmente rimasti liberi saranno messi a disposizione del pubblico da martedì 22 novembre dalle 12 alle 17. Per maggiori informazioni: 0141.399057-399040.

A chiudere la cerimonia il recital operistico “Il balen del suo sorriso” con la soprano Elena Lo Forte, uno dei soprani più apprezzati della nuova generazione, il baritono Alberto Gazale, che ha interpretato oltre settanta ruoli da protagonista nei maggiori teatri del mondo, e la pianista Beatrice Benzi,, che dal 1991 lavora al Teatro alla Scala..

Programma del concerto:

Duetto “Sappia la sposa mia” Macbeth , G.Verdi – Baritono e Soprano;

Assolo, pianoforte;

Aria “Pietà rispetto amore”, Macbeth, G.Verdi – Baritono;

Aria “Sola perduta, abbandonata”, Manon lescaut, G.Puccini – Soprano;

Aria “Nemico della patria”, Andrea Chenier , U.Giordano – Baritono;

Aria “O mio babbino caro”, Gianni Schiacci, G.Puccini – Soprano;

Aria “Votre toast” Carmen, G.Bizet – Baritono;

Pezzo conclusivo il duetto “Tace il labbro”, Vedova allegra, F.Lehar – Soprano e Baritono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *