Prima seduta del nuovo Consiglio Provinciale di Asti

Nuovo consiglio provincialeIl nuovo Consiglio Provinciale, presieduto da Fabrizio Brignolo, eletto il 13 ottobre scorso, si è ufficialmente insediato lunedì 3 novembre, ad Asti.
Con le votazioni del 12 ottobre (Legge Delrio, la 56/2014), cui avevano partecipato esclusivamente gli amministratori comunali, erano stati eletti i dieci consiglieri – candidati in un’unica lista, il che, che di fatto, ha abolito la rappresentanza politica diretta delle Province, trasformandole in enti di secondo livello.

“L’opera sarà improba – ha ricordato il presidente – Infatti tutte le ‘nuove’ Province nascono con la pesante eredità dei debiti del passato. Sarà quindi difficoltoso garantire servizi in un contesto di debiti pregressi e continui tagli di risorse statali e regionali”.
Il Presidente ha dichiarato che sarà impegno suo e di tutti i consiglieri operare nell’interesse dei cittadini e nello spirito e nel rispetto della Costituzione.

Le deleghe. Il Presidente ha quindi comunicato formalmente le deleghe – ovvero le materie di pertinenza – che sono state attribuite ai singoli consiglieri, pur restando alcuni dubbi interpretativi sulla nuova legge.
Marco Gabusi è stato nominato vice presidente con delega al controllo di gestione, personale, patrimonio. Flavio Pesce avrà competenza su edilizia scolastica, Unesco, ambiente, formazione professionale e Centro per l’Impiego. Francesco Marengo si occuperà di agricoltura, caccia e pesca; Angela Quaglia di lavori pubblici, viabilità e piano neve. Luca Quaglia avrà competenza su bilancio e finanze, Paolo Lanfranco su sviluppo economico, pianificazione territoriale, rapporti con i comuni. A Vincenzo Calvo saranno affidate politiche sociali, Università della terza età, volontariato, tutela delle minoranze, Sistema informativo e statistica. A Cristiano Massaia andranno la protezione civile, la viabilità nel nord della provincia; in modo complementare, Fabio Carosso si occuperà di viabilità nel sud della provincia e di trasporti. Le deleghe di Barbara Baino riguarderanno cultura, istruzione, politiche giovanili e turismo.

Commissione. E’ stata infine costituita la Commissione per la modifica dello Statuto provinciale e del regolamento del Consiglio, con la precisazione da parte del Presidente che i componenti sono stati scelti per rappresentare equamente il territorio e le aree politiche di appartenenza. La Commissione è composta da Barbara Baino, Vincenzo Calvo, Paolo Lanfranco, Francesco Marengo, Cristiano Massaia, Angela Quaglia.
Il tutto è stato approvato all’unanimità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *