Commerciante cinese omette ricavi per oltre 700mila euro

I finanzieri della Compagnia di Alessandria hanno scoperto un’ingente evasione fiscale posta in essere da un noto imprenditore cinese, residente ad Alessandria, nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento ed accessori.
L’attività ispettiva ha fatto emergere numerose irregolarità, tra cui l’omessa dichiarazione di canoni percepiti per locazioni di rami d’azienda.

Le Fiamme Gialle hanno anche rilevato flussi finanziari di notevole entità, caratterizzati dal frequente utilizzo di denaro contante.
Le operazioni di verifica, relative agli anni d’imposta dal 2010 al 2014, anno di cessazione dell’attività, hanno consentito di individuare, nel complesso, ricavi non dichiarati per oltre 700.000 euro ed Iva dovuta per oltre 150.000 euro.

L’imprenditore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Alessandria per il reato di infedele dichiarazione e gli atti ispettivi sono stati trasmessi alla competente Agenzia delle Entrate per il recupero dei tributi evasi e l’irrogazione delle sanzioni.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *